Traduttore da inglese a italiano gratis online


Un traduttore gratuito inglese-italiano per la traduzione di parole, frasi ed espressioni. Per iniziare la traduzione dall'inglese all'italiano, inserire il testo nella finestra superiore. Quindi fare clic sul pulsante verde "Traduci" e il testo verrà tradotto. Questo traduttore dall'inglese all'italiano non può tradurre più di 5.000 caratteri per traduzione.

 0 /5000


Un traduttore online inglese-italiano alternativo

Un comodo servizio online per la traduzione di parole, frasi e testi dal inglese all’italiano. Tenete presente che il nostro traduttore inglese-italiano non è in grado di tradurre più di 1000 caratteri alla volta.


 0 /1000

L'inglese è una lingua indoeuropea e appartiene al gruppo germanico occidentale delle lingue germaniche. L'inglese antico ha origine da un gruppo di dialetti germanici delle tribù degli Angli, dei Sassoni e degli Juti che invasero la Gran Bretagna nel V secolo d.C.. L'inglese divenne la lingua madre della maggior parte della popolazione britannica e, con la crescita territoriale dell'Impero britannico, si diffuse in Asia, Africa, Nord America e Australia. Dopo l'indipendenza delle colonie britanniche, l'inglese è rimasto la lingua madre per la maggior parte della popolazione di Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda. Oggi l'inglese è una delle lingue ufficiali di 57 Paesi. L'ortografia dell'inglese è considerata una delle più difficili da imparare tra le lingue indoeuropee. Un gran numero di parole scritte in inglese contiene lettere che non vengono pronunciate durante la lettura e, viceversa, molti suoni pronunciati non hanno equivalenti grafici. Lo studente deve memorizzare l'ortografia o la lettura di quasi tutte le nuove parole. L'inglese nella maggior parte dei dialetti ha gli stessi 24 fonemi consonantici. Il numero di vocali, a seconda del dialetto, può variare da 14 a 21 (nell'inglese australiano). I sostantivi inglesi sono inclinati solo per indicare il numero e l'appartenenza. Nuovi sostantivi possono essere formati per derivazione o per congiunzione. La funzione degli avverbi è quella di modificare l'azione o l'evento descritto dal verbo, fornendo informazioni aggiuntive su come avviene.